News

IMPEGNI IMPORTANTI PER LA SBT, SI GETTANO LE BASI PER IL FUTURO

Di Federico  Beresini, Sport Manager SwissBoxing

Periodo molto importante per i nostri pugili inseriti nella SBT 

Davide Faraci, attuale campione Svizzero dei pesi medi ed attuale unico atleta inserito nella categoria A, si è preparato in maniera molto scrupolosa ed è stato inserito dalla SB in uno stage di due settimane ad Assisi con la nazionale Italiana guidata dall’esperto Francesco Damiani. Oltre alla nazionale Italiana allo stage hanno pure preso parte le nazionali di Algeria e di Albania. Appena il tempo di rientrare in Svizzera che venerdi siamo partito per Trabzon (Turchia), dove il nostro Campione, accompagnato dal proprio allenatore Engin Koesoglu, tenterà la qualifica per le olimpiadi di “London 2012”. Una grande esperienza che servirà d’insegnamento per il futuro, e che sicuramente aiuterà la crescita agonistica a livelli mondiali.

 
 
Nel contempo altri pugili inseriti nella SBT sono andati a Parigi la scorsa settimana. Per Zino Meuli, 64 Kg, Varham Kudeda, Kg 69, Fabian Hartman, 81 Kg e Nawshirwan Barzinje Kg 91, guidati dall’ottimo Renè  Engler di San Gallo, un’esperienza ad alto livello nell’agguerrito torneo in cui parteciperanno una decina di nazioni. L’intenzione è di potere fare acquisire la maggior esperienza possibile ai più talentuosi pugili Svizzeri allo scopo di potere così allestire per l’anno prossimo un gruppo di tre o quattro elementi che possano affiancare Faraci ai più alti livelli. Pugili che potranno poi pure loro usufruire di stage all’estero sponsorizzati dalla nostra SB. 

Inoltre sono state gettate le basi per un centro nazionale dedicato agli juniori con sede a Frenkensdorf. Un prototipo che se troverà le fondamenta giuste e solide aprirà la “strada” ad altri centri nazionali, in primis quello dedicato alle donne, che grazie al prezioso lavoro di Angelo Gallina, che sta già trovando dei buoni consensi in campo internazionale. Infatti nel mese di maggio parteciperà ai campionati mondiale femminili in Cina con la SBT Woman. 

In seguito si sta analizzando la possibilità di due altri centri dedicati alle categorie maschili “amateurs”.

Sicuramente un lavoro non facile, quello della creazione dei centri regionali/nazionali di pugilato, ma con un lavora cauto e preponderato i risultati arriveranno. Di pari passo arriverà pure la crescita dei nostri atleti. Pertanto, fiducia e pazienza. 

Intanto a tutti i pugili ed allenatori impegnati in questo periodo di competizioni, vadano i migliori auguri di buone prestazioni da parte di tutta la famiglia della Swiss Boxing.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  




Weitere News


© 2017, Swiss Boxing Federation