News

Mischa Nigg salva il meeting di Worb

Ueli E. Adam

La boxe é uno sport difficile. Talvolta non solo per i pugili sul ring ma anche per gli organizzatori.In previsione del tradizionale meeting dei Boxing King a Worb, gli organizzatori, diretti da Urs Maring e Fabian Guggenheim, avevano fatto tutto il loro possibile per offrire un grande spettacolo al loro publico.

La locandina era promettente: un trio composto da Aniya Seki, Alain Chervet e Mischa Nigg – le attuali promesse del pugilato svizzero – dovevano fare sensazione ed anche assicurare una bella publicità per l’apoteosi della stagione di Berna, il tradizionale meeting del 26 dicembre.

Purtroppo, questo non si é avverato: per differenti ragioni Seki e Chervet hanno dichiarato forfait. Alain Chervet a causa della grippe e  Aniya Seki ha rifiutato l’incontro, ciò che ha provocato una grande costernazione (vedi l’intervista con Aniya Seki su SwissBoxing).

Malgrado tutto, in fin dei conti, il vecchio proverbio che dice che é la qualità che vince si é avverato. Ben che gl’incontri dei dilettanti, quasi tutti debuttanti, siano stati di qualità modeste e che due dei principali protagonisti non siano saliti sul ring, grazie al fatto che i King a Worb abbiano sempre proposto dei solidi meeting, il publico é venuto lo stesso. Cosi hanno potuto ammirare l’incontro di Mischa Nigg che ha salvato la serata con una magnifica e spettacolare vittoria per KO.

Gli incontri pro:

Melanie Zwecker (Allemagne, 56,5 kg, 3-0-0) vs. Zsofia Bedo (Hongrie, 58,1 kg, 10-28-1)

La tedesca che si é ingaggiata all’ultimo minuto come rimpiazzante, che non ha mai perso durante i suoi primi tré incontri pro, era opposta ad un’ungherese molto sperimentata ma ha offerto una bella resistenza durante tutti i 6 round. Questa giovane ancora fresca nel settore pro propone uno stile di combattimento abbastanza trasparente e che lascia molto spazio per i miglioramenti. E andata a cercare la vittoria con dei colpi rapidi, che portano molti punti presso i dilettanti, ma nei professionisti si deve portare un’attenzione particolare alla precisione dei colpi.

Bedo, che aveva già perso contro Seki nel 2010, ha fattu un bell’incontro ma ha dovuto subire una chiara sconfitta. Ecco i risultati dei giudici: Armin Bracher 59:56; Roger Haug 59:55; Marcel Werder 58:56


Mischa Nigg (Suisse, 75,0 kg, 2-1-0) vs. Mihaly Voros (Hongrie, 76,3 kg, 4-13-2)

Per i suoi tré primi incontri pro, la stella montante di Thun non é stata risparmaita nella scelta dei suoi avversari. Egli ha dunque ampiamente meritato il titolo di pugile molto promettente. Per questo quarto incontro pro, egli é stato confrontato ad un’avversarion con un modesto plamares e che non ha mostrato gran ché. Nigg, come sempre al top della sua forma, non ha lasciato niente al caso. Dopo una breve valutazione dell’avversario, ha sviluppato il suo gioco tenendo cosi l’ungherese sotto controllo. Anche un pugile tale Voros non deve mai essere sotto valutato, e alla fine tutto é stato molto chiaro. Prima della fine dell’incontro, con un’impressionante serie di colpi Nigg ha spedito Voros al tappeto con uno spettacolare KO.
 

Gl’incontri dei dilettanti

Un bell’inizio di meeting é stato assicurato da nove incontri dei dilettanti, ben che le capacità di questi giovani, uomini e donne, debbano certamente molto migliorare. A Worb hanno immagazzinato una preziosa esperienza e malgrado tutto, grazie alla qualità degl’incontri, il publico é restato attento fino alla fine.

Il pugile di Losanne di 16 anni Raphael Arguello, che disputava il suo primo incontro, é mancino, e questo non é da dimenticare.  Egli ha dominato il suo avversario Sava Kostic (SR St. Gallen) con una classe riguardevole.

Lazar Kostic (SR St. Gallen) ha salvato l’onore della famiglia contre il pur forte Robert Arpaz (BC Sissach). Egli si é imposto anche in questo secondo incontro di rivincita con il punteggio di 3 :0.

Per il suo primo incontro, Fabian Zellweger (BG Bern), é stato molto convincente. Egli ha battuto Valentino Herrera (SR St. Gallen) con il risultato di 3 :0 facendo cosi una bella dimostrazione della qualità dell’allenamento dei fratelli Durante.

Quello che non avrebbe dovuto aver luogo é l’incontro trà Michael Kurmann (BG Bern) e Yvan Bauer, un pugile totalmente inesperimentato venuto da Losanna. Egli ha coperto quest’ultimo con dei colpi molto duri ed purtroppo  il duo d’allenatori di Losanna nell’angolo non ha reagito ed ha lasciato il loro pugile farsi demolire senza lanciare la spugna.

Che le donne siano inferiori agli uomini in termini di combattività non é per niente stato provato nell’incontro trà Sonia Uhlmann (Boxing Kings) e Barbara Wilhelmi (BC Basel). Si sono date una vera battaglia finalmente vinta dalla bernese con il punteggio di 3:0.

.Pure promettente la vittoria di  Zora Schaffer (BTO Thun) contro Dijana Bogdanovic. La pugile di Thun ha sconfitto la non meno forte basilese per 3:0.

L’incontro disputato da Elbasan Kqiku (BTO Thun) é stato l’ultimo degli incontri dei dilettanti. Ben che egli sia molto prudente all’inizio dei suoi combattimenti, il protetto di Chrisna Nigg non ha messo molto tempo per spedire al tappeto con un TKO Blerim Tairi (AB Les Acacias).


Traduzione: Franca Roncoroni

 




Weitere News


© 2017, Swiss Boxing Federation