News

Ergun Mersin é il nuovo Campione les Mondo junior

27.12.2014 – Il bernese Ergun Mersin é il nouvo titolare della cintura WBC Youth Silver dei pesi massimi. Egli ha vinto il titolo alla fine di un’incontro disputato contro il Richard Larthey, proveniente dal Ghana; egli ha abbandonato a causa di una ferita. Questo incontro, che era la principale attrazzione della serata, si é disputato in occasione del tradizionale meeting di boxe del 26 dicembre al Kursaal di Berna. Dopo il suo dodicesiomo incontro Mersin resta dunque imbattuto e i suoi fans lo hanno degnamente festeggiato. 

Rapporto di Gérald Kurth (Testo) e  Ueli E. Adam (Foto)

Richard Lartey (l.) non ha messo in difficoltà Ergun Mersin

Il Boxing Day é stato ancora una volta una bella riuscita e il programma proposto dal molto sperimentato Daniel Hartmann, Presidente dei  Boxing Kings, non ha conoscuiti intoppi.

I Boxing Kings sono stati obligati di comporre con numerose circostanze sfavorevoli, ma ciò non ha per nulla diminuito i valori degli incontri pro et dilettanti restanti : due pugili pro locali, Alain Chervet e Mischa Nigg sono stati obligati di rinunciare a salire sul ring a causa di ferite. Anche trà i dilettanti é stato difficile trovare degli avversari e alcuni di loro sono stati trovati solo all’ultimo minujto. Dei pugili sono stati ingaggiati in Poloni e Bulgaria e questi hanno fatto il viaggio il giorno di Natale; anche per questa ragione il programma proposto era piuttosto leggero.

Gli organizzatori sono stati obligati di sviluppare tutte le loro competenze per offrire un programma attrattivo. Ecco perché tutto quello che é purtroppo mancato non é stato di loro colpa. In primo luogo le ferite dei pro e di alcuni dilettanti. In causa anche i ritiri, annunciati solo all’ultimo momento, di alcuni pugili e allenatori. Tutto ciò non é a vantaggio della boxe, specialmente nel nostro paese dove questo sport tende già a essere marginalizzato e neache per gli annunciatori che prendono dei rischi sponsorizzando questi eventi.

Gli incontri pro
Poids lourds (> 90,718 kg):
Ergun Mersin (Athletic Box Club Bern) vs. Richard Lartey (Ghana)

Già al walk-in la tensione era enorme : Mersin, é stato lungamente ovazzionato dai suoi fans bernesi presenti nella sala. Con i suoi 128 Kg egli era di 20 kg più pesante del suo avversario del Ghana Richard Lartey (109). Ben che Mersin fosse in soprapeso egli era sorprendentemente ben mobile. La sua mobilità della parte superiore del corpo, la velocità e la durezza dei suoi colpi avebbero dovuto essere dei vantaggi sufficienti per disporre del ben modesto gahneese. Ma per diverse ragioie Mersin ha agito diversamente: il bernese non ha probabilmente dato alcun jab, al contrario, nello stile di Vitalij Klitschko ha quasi sempre tenuto il suo sinistro in provocazione et marcato cosi dei punti. Mersin é stato anche obligato di tener conto dei 15 kg in troppo per rendere il suo gioco di gambe efficace e surmontare la distanza. Però la vittoria del bernese du Larteys alla quarta ripresa non é da mettere in dubito. I risultati intermediari lo hanno chiaramente dimostrato essendo in suo favore : (40:36, 40:36, 39:37).

Comunque Lartey non era insurmontabile con la sua boxe statica e previsibile e Mersin ha utilizzato questi modi di fare in suo favore. Il bernese non ha tuttavia mai dimostrato tutte le sue capacità: egli si muove bene e ha un destro duro e preciso e sarebbe in grado di fare buone cose anche in categorie di pesi inferiori. Ma ci sono stati dei momenti di immobilismo da parte dei due pugili. Lartey essendo stanco Mersin avrebbe potuto approfittarne ma non l’a fatto. E da sperare che questo giovane pugile berne, nuovo campione del mondo junior, lavori ancora molto per ancora migliorare il suo grande talento. Questo é quello che auguriamo al simpatico „Bärner Gieu“ !

Pesi welters juniors (<63,503 kg):
Walid Abderrahman (Club Lausannois de Boxe, CH) vs. Teodor Stefanov (BUL)

L’incontro trà il multiplo campione tunisino Abderrahman e il pugile bulgaro ha iniziato con un primo round perfettamente equilibrato; con tuttavia un leggero vantaggio per Stefanov. A causa di una grande somiglianza dei due pugili, tanto fisica che nel sistema di pugilare, ci sono stati pochi punti marcati. Comunque, durante i tré primi rounds il bulgaro ha attacato numerose volte con delle belle serie di tré colpi.

La vittoria Walid Abderrahman (r.) meritata ma per pochi punti

Dalla quarta ripresa Abderrahaman ha cominciato a marcare dei punti. Questo é stato il miglior round dato che in seguito il bulgaro si é limitato a gestire i suoi punti e a fare delle provocazioni. Abderrahman é cosi stato in grado di effettuare delle azioni più convincenti. Ma se alla fine dei quattro rounds i punteggi davano il pareggio, é certament il terzo round que gli ha valso la vittoria e anche il fatto che egli boxava in casa. Vincitore all’unanimità Abderrahman che é stato iù efficace. Ben che durante l’incontro si siano sempre neutralizzati la lotta é stata interessante dato che i due pugili sono ottimi technici.  

Dès la quatrième reprise Abderrahman a avancé et marqué ses premiers coups. Ce round a clairement été le meilleur, car le bulgare s’est ensuite limité à la gestion de ses points et en provocations. Abderrahman a ainsi pu lancer des actions plus convaincantes. Si, bien qu’à la fin des quatre rounds deux fiches de résultats donnaient le score d’égalité, la troisième  lui a donné la victoire, certainement aussi grâce à un petit avantage de boxer « à la maison ». Vainqueur à l’unanimité Abderrahman qui s’est tout de même montré plus efficace. Bien que pendant le combat ils se soient neutralisés mutuellement la lutte était toujours intéressante car ces deux boxeurs sont de bons techniciens et l’ont montré pendant tout le combat.

PesiCruiser

 (<90,718 kg)

Ylli Rashiti (Boxclub Bad Ragaz) vs. Jakub Wójcik (PL)

Il polacco non era arrivato da molto a Berna quando ha dovuto salire sul ring ma questo non lo ha svantaggiato. Al contrario: Wójcik ha ripetutamente imbarazzato Rashiti anche se più statico con il busto. Ma durante tutto l’incontro Rashiti ha fatto poco e si é lasciato dominare.

Ylli Rashiti (l.) ha incontrato un’avversario inatteso e strabiliante

Invece di attaccare il polacco con dei colpi rapidi egli é spesso restato  immobile e dunque preso delle serie di colpi dal polacco. Alla quarta ripresa egli era al bordo les KO dopo un’efficace serie di colpi del polacco. Ma Rashiti si é ripreso ed é stato in grado di finire la ripresa. I punteggi di parità (38:38)di due Giudici sono stati più che lusinghieri per il pugile di Bad Ragaz dato che il terzo dava la vittoria (40:36) al polacco.

Leggeri (<61,235 kg)

Viviane "The Goldengirl" Obenauf  vs. Lučija Dončeva (BUL)

Questa giovane pugile, originaria del Brasile centrale, e giovane mamma, doveva incontrare Milena Koleva. Due anni fà questa forte pugile d’origine bulgara aveva inflitto una sconfitta a Nicole Bosse, ma non é potuta venire a causa di una ferita. Per non annullare anche questo incontro, Obenauf si é dunque trovata di fronte Lučija Dončeva une bulgara debuttante. La bulgara, molto in ansia, si é nascosta dietro a una doppia difesa durante tutto l’incontro. Tenendo conto della passività di questa pugile é staot sorprendente di vedere che Viviane non abbia portato più colpi duri alla testa. Dopo 1:07 della terza ripresa l’arbitro ha deciso di interrompere l’incontro per proteggere la bulgara, tecnicamente molto inferiore e sempre sulla difensiva.

Contro Lucija Dončeva sempre dulla difensiva : Vittoria: Viviane "The Goldengirl" Obenauf (l.)

Dopo questo suo quarto incontro pro, Obenauf é sempre imbattuta. Alla fine ha lasciato esplodere la sua gioia con un bacio spontaneo all’arbitro, Pierre-Alain Schneeberger. Le speranze sono leggitime per che questa pugile mantenga la sua invincibilità nei prossimi incontri anche contro delle avversarie migliori. Pur essendo una combattente nata é in grado di mantenere la testa fredda. Utilizzare la durezza dei colpi é il motore per riuscire a portare a termine le azioni offensive che portano alla vittoria prima del limite.

Ergun Mesin, il fiero nuovo campione del Mondo dei pesi massimi junior con Peter Stucki Superviseur WBC

 

 

 




Weitere News


© 2017, Swiss Boxing Federation