News

Colombier: In breve, Smajli ed i migliori pugili della serata

Jack Schmidli

26.04.2015 – Sur ring, per questa bella serata di boxe a Colombier, non sono stati gl’incontri dei pugili professionisti ma quelli degli eccellenti pugili  dilettanti che hanno fatto la gioia del muneroso publico presente. I due avversari ungheresi si sono inclinati per KO, uno alla seconda e l’altro alla quarta ripresa, e non sono stati per niente impressionanti. Per fortuna che Smajli et Co hanno grandemente salvato la serata e suscitato moltissimo entusiasmo in questa bella sala di tenni di Colombier. „The Wolf“ Smajli é stato dichiarato miglior pugile della manifestazione. Egli ha nettamente dominato il francese Mehdi Kada.

Incontro degli Elite

In programma a Colombier 9 incontri dilettanti.

Nel campo femminile, un bell’incontro disputato dalla losannese Anaïs Kistler e la Ceca Ester Konecna, con Anaïs, molto motivata e determinata, forte dopo la sua bella vittoria al Torneo  di Parigi. Ben che la sua avversaria si sia dimostrata molto coraggiosa, la nostra campionessa dei pesi welters ha dominato dalla prima all’ultima ripresa, perfettamente a suo agio sul ring. Logicamente i Giudici le hanno dato la vittoria all’unanimità dei punti.

Un combattimento di bella qualità é stato quello che ha visto sul ring Fabian Zellweger (BG Berne) e  Julien Baillifard (BC Martigny). Il bernese ha dominato la prima ripresa ma, dalla seconda é il pugile di Martigny che ha imposto la sua boxe e cosi vinto l’incontro all’unanimità dei giudici.

Altro incontro interessante é stato quello disputato da Michael Kurmann (Box-Gym Bern) e  David Favre (BC Martigny). Kurmann ha vinto alla terza ripresa per abbandono del suo avversario.

Abdeljalil Tajani (Gougou’s Boxing Club) e  Michaël Celeschi (BC Villars sur Glane) si sono affrontati in un incontro molto disputato terminato con la vittoria ai punti 2:1 per Tajani.

L’incontro trà Ukë „The Wolf“ Smajli (SR Zürich) e il francese  Kada Mehdi ha certamente entousiasmato il numeroso publico presente per questa bella riunione di boxe. Nell’ottica del Campionato Svizzera tedesca/Ticino del prossiomo fine settimana,Smajli, il campione in carica, ha voluto effettuare una bella performance per  affermarsi e darsi della carica in vista dell’incontro di ritorno contro Davide Faraci. I due pugili non si sono fatti alcun regalo. Kada, ex pugile kickboxing era all’apice della forma ed é stato molto esigente con Smajli. Ma durante tutto il tempo dell’incontro il pugile di Zurigo é stato capace di tenere testa al suo avversario e alla terza ripresa lo ha messo in grande difficoltà. Però il francese grazie alle sue belle doti di combattitore é stato in grado di salvarsi.

 Ma alla fine il risultato é stato incontestabile: Ukë „The Wolf“ Smajli ha chiaramente vinto all’unanimità dei giudici. E alla fine la Giuria ha designato questo studente di Zurigo come il miglior technico della riunione. Per il più grande piacere del publico presente Smajli molto contento d’aver ricevuto questa distinzione ha ringraziato tutti in francese e anche quasi perfettamente.

Gli incontri pro

Per il suo terzo incontro pro, Ylli Rashiti era confrontato all’ungherese Bela Gyongyosi (3 vittorie, 11 sconfitte, 3 parità). Bisogna dire due cose su questo pugile : il 6 dicembre 2008 egli é stato il primo avversario di Tyson Fury, challenger obligato di Klitschko. (Fury aveva rapidamente vinto l’incontro per KO alla prima ripresa). D’altra parte l’ungherese ha fatto il suo ritorno sul ring solo in gennaio dopo più di sei anni d’assenza. Che Gyongyosi é capace  di ben pugilare lo ha dimostrato nella prima ripresa che ha vinto ai punti. Ma già a due minuti e sette secondi dall’inizio del secondo round la messa era detta. Alla terza ripresa l’arbitro, Pierre-Alain Schneeberger ha messo fine all’incontro dopo aver costatato che il pugile dell’Europa dell’Est non era più in grado di difendersi dal suo avversario sia fisicamente che moralmente. Rashiti ha dunque vinto questo incontro.

Il secondo incontro professionista della serata é durato un poco di più. Sul ring Enes Zecirevic (13 vittorie, 1 scomfitta) che attacca i suoi avversari in modo poco ortodosso. Davanti a lui Aron Csipak (3 vittorie, 17 sconfitte), un pugile difficile in ragione della sua piccola statura e spesso chino in avanti. Zecirevic doveva colpire dall’alto evitando i colpi dietro la testa. Alla sorpresa di tutti i presenti, Csipak ha abbandonato l’incontro alla chiamata della quarta ripresa. Egli ha giustificato questa sua decisione dichiarando all’arbitro Pierre-Alain Schneeberger di essere ferito all’addome. In ogni modo questo non ha potuto essere verificato dal medico del ring. Giustamente il publico ha fischiato il pugile chiaramente venuto a Colombier per perdere.

Ma la manifestazione é stata una bella riuscita chiaramente grazie alle molto belle prestazioni dei nostri pugili dilettanti.

Foto

 




Weitere News


© 2017, Swiss Boxing Federation