News

Pugilato, Bundu si prepara alla sfida mondiale

Pugilato, Bundu si prepara alla sfida mondiale

Il 21 agosto la semifinale mondiale negli Usa. L'allenamento con lo svizzero Ricardo Silva

di BARBARA BERTI

Leonard Bundu si allena con Ricardo Silva sotto gli occhi del maestro Boncinelli (foto Germogli)

Firenze, 21 luglio 2016 - La calda estate della boxe fiorentina è appena iniziata. Leonard Bundu, il “fiorentino d'Africa”, ha cominciato proprio in questi giorni l'ultima parte della preparazione in vista della semifinale mondiale dei pesi Welter Ibf in programma il 21 agosto al “Ford Amphitheater” di Coney Island a Brooklyn.

Il pugile 41enne nato in Sierra Leone, campione europeo in carica e numero 6 del ranking, incrocerà i guanti con Errol Spence Junior (20 vittorie di cui 17 per ko), numero due del ranking. Ricevuto lo scorso weekend il prestigioso premio “Rocky Marciano – pugile dell'anno” a Ripa Teatina, Bundu si sta allenando duramente nella sua palestra dell'Accademia Pugilistica Fiorentina sotto gli occhi attenti dello storico maestro Alessandro Boncinelli.

“Stavolta, ancora più che in passato, niente sarà lasciato al caso. Studieremo ogni minuto dettaglio, la tattica per affrontare al meglio il match, ma anche la preparazione atletica dovrà essere al top” dice il maestro Boncinelli. E fino a venerdì ad “aiutare” il leone di Firenze c'è il campione svizzero Ricardo Silva, 26 anni, mancino e veloce proprio come Spence. “Per me è un onore fare sparring con Bundu” dice lo svizzero con all'attivo 12 match tutti vinti. Soddisfatto dei primi allenamenti anche il maestro Boncinelli. “Leo è in forma, ma lo farò 'penare' parecchio in questo mese. Deve arrivare all'appuntamento mondiale al top, non possiamo sbagliare” aggiunge Boncinelli ricordando che “il talento è una dote naturale, ma servono comunque impegno, sacrificio e sudore”.

Bundu in allenamento con Ricardo da Silva (foto Germogli)



Weitere News


© 2017, Swiss Boxing Federation