News

Messi i giovani sul ring


Federico Beresini, Michele Barra i Ricardo da Silva

16.10.2009 - Stavolta Ruby Belge salirà sul quadrato “solo” per ricevere gli applausi del pubblico, ma senza i guantoni. Il nostro campione del mondo IBC ha da poco ripreso ad allenarsi a Formia con Patrizio Oliva (che sarà al suo fianco), quindi non è ancora pronto per combattere. Oltre ad essere ospite illustre della serata della Nuova palestra di Ascona, potrà osservare i protagonisti del ricco cartellone. Sabato 24 ottobre il presente e il futuro del nostro pugilato si alterneranno dalle 20.30 (spazio anche per la musica).

Per questa importante riunione il presidente del BC Ascona Michele Barra (guida il club da 30 anni con successo) ha saputo unire le forze trovando interessanti collaborazioni. «Così gli incontri che vedranno impegnati i ragazzi del BC Berna saranno a carico della società d’oltre San Gottardo. Si pagano avversario e borsa, noi faremo altrettanto quando saremo invitati a delle riunioni nella capitale. È utile per tutti, in particolare per dare maggiore spazio ai nostri giovani».

Cominciamo dai professionisti. Secondo match per Andrija Petric (BC Ascona) che nei massimi affronterà l’ungherese Victor Szalai (12+, 25-, 3=). Sarà un ottimo test per Andrija che negli ultimi dieci giorni ha avuto come sparring partner Loris Emiliani (già campione del mondo junior, peccato non vederlo più fra le corde, fermato da guai fisici). Da scoprire ci saranno anche i “bernesi” Hani Nasi (macedone con 2 successi all’attivo) contro il pugile del Ghana Michael Achiaw e il debuttante magiaro Istvan Szili che affronterà il naturalizzato italiano Fares.

Nei dilettanti occhi puntati sui pupilli di casa guidati con competenza e bravura da Federico Beresini coadiuvato da Marco Franscella. Ricardo Silva, reduce dai successi prestigiosi conquistati nei tornei di Londra e di Vienna incontrerà Osvaldo Gagliardi, avversario di spessore. Ricki ha grandi obiettivi, su tutti i Giochi di Londra del 2012. È stato scelto da Swiss Olympic, ma ovviamente dovrà confermare (a partire dal titolo svizzero) il suo valore. Sarà un cammino lungo e difficile, ma Silva (sostenuto da Barra e Carrera) ha le carte in regola per andare lontano, senza ovviamente dimenticare gli impegni scolastici che restano prioritari. Marzio Franscella, che sta crescendo molto bene, sarà confrontato ad Alberto Gastaldi. Un bel duello. Sul quadrato ci saranno anche Brnic e De Lorenti (BT Luganese) e la bernese Nicole Boss (2+, 1=) contro la rumena Cortinea (1-, 1=).

Tornando ai prof il clou sarà la sfida fra il bergamasco Luca Messi (34 anni, 34+, 7, 1=) e il 31enne marocchino Abdelouahed Ben Lelly (6+, 7-). Messi ha già combattuto per il Mondiale a Chicago e per l’Europeo, ora cerca nuovi sbocchi (fa parte della scuderia di Don King!) pensando ad un altro titolo. Prezzi d’entrata: 35 fr. bordo ring, 25 tribuna, 15 ragazzi fino a 16 anni e AVS.


Michele Barra, Presente, futuro e diverse sinergie

Michele Barra ed il suo team stanno lavorando bene per pianificare al meglio l’attività e il futuro ai propri ragazzi. Da Ruby Belge dei giovani talenti di casa. «Bisogna trovare delle sinergie per poter avere interessanti sbocchi a tutto campo. Sono in atto delle collaborazioni con Berna e altre società per avere delle garanzie di poter combattere nelle varie riunioni in Ticino e oltre San Gottardo. Voglio pure ringraziare il FC Ascona che ha anticipato di un giorno l’incontro con l’Arbedo per evitare la concomitanza con noi».

E Luca Messi? «A parte il fatto che ci conoscevamo già in quanto ha fatto da sparring a Ruby, è pugile di grandi qualità sportive ed umane. Cerca nuovi slanci per una carriera già ricca di successi. Inoltre sa attirare sempre tanta gente (il 24 saranno oltre cento i supporter che arriveranno da Bergamo). Quando a fine aprile o inizio maggio a Lugano Belge combatterà per il Mondiale, ci sarà anche Luca appunto per un titolo iridato, questo darà anche la possibilità di avere la diretta su Eurosport che spesso segue Messi nei suoi impegni di vertice». Il pugile lombardo è felice di poter esibirsi ad Ascona. «Metà della mia famiglia vive a Lugano e questa è una occasione per trovarci, potranno seguirmi da vicino e non solo tramite i giornali o la tv». - Mariano Botta / laRegioneTicino




Weitere News


© 2017, Swiss Boxing Federation