News

Friborgo – Gala di Boxe Internazionale

Rapporto di Ueli E. Adam

25.09.2011 – Talmente in anticipo : A Friborgo, nella grande Sala St-Croix, Noble Art Production, con il suo promotore J.J. Ramelet, hanno presentato ad un publico d’amatori di boxe, uno spettacolo super, malgrado una cancellazione dell’ultimo minuto. Con tré incontri professionisti e degl’incontri amatoriali di prima classe, é stato presentato un programma spettacolare.

 

Il principale incontro professionnista era, per Mohamed Belkacem (a destra sulla foto), un tornante decisivo per la sua carriera, come pure per i due ex-amatoriali, Jamal Dlala e BrunoTavares; questi due dovevano dimostrare il loro statuto di neo-pro e dimostrare che hanno il loro posto e delle perspettive d’avvenire nel duro mondo della boxe pro. Per lo Sport Manager Federico Beresini, la scelta dei pugili amatoriali proposta aveva per scopo di determinare la loro posizione a livello internazionale.

Gl’incontri pro:

6x3: Jamal Dlala (69,5 kg) Lausanne (1-0-0) vs. André Deobald (67,1 kg), Germania (2-1-2)

Il protetto dell’allenatore Fouad Ben Saoud, aveva, nel mese di maggio, nel suo primo incontrro pro, preso una buona partenza con una vittoria per KO alla prima ripresa. Questa volta, con André Deobald, egli era confrontato ad un’avversario molto più forte. Il tedesco, già nei due primi rounds ha chiaramente dimostrato quale dei due lasciava il ring vincente. Al terzo round, Dlala (a sinistra sulla foto), ha creduto di poter vincere ma l’a caramente pagato. Deobald, ha ancora aumentato la pressione sul losannese. Il verdetto ha cominciato a essere in favore del tedesco, Dlala sembrava disorientato e visibilmente fuori gioco, anche a causa di un’avvertimento nell’ultimo round. Inizialmente, a causa di uno sbaglio di calcolo, era stato concesso il pareggio, ma,  dopo aver di nouvo contato i punti, egli é stato corretto.
Per Dlala, questa é una sconfitta nel suo secondo incontro, ma pure una buona indicazione, perché si verifica dopo una partita contro un’avversario molto più forte. Tutto molto differente dalla sua vittoria lampo nel suo primo incontro.

Claudine Pascale 56.57; Beat Hausammann 56:58; Thomas Zimmermann 56:57
 

6x3: Bruno Tavares (77,9 kg) Fribourg (0-0-0) vs. Andreas Roeder (81,9 kg), D (0-7-1)

Per il suo inizio nella boxe pro dell’ambizioso friborghese, egli ha incontrato un pugile tedesco che non era previsto nel programma, il suo avversario Vasilij Sarbayer ha annullato l’incontro.

Purtroppo, Andreas Roeder si é avverato essere uno spauracchio, che ha discreditato l’inizio pro di Bruno Tavares (a destra sulla foto). In sovrappeso, come andante al sacrificio e sempre con la doppia guardi, il tedesco non era neanche un modesto sparring-partner. Che peccato! Nonostante le circonstanze, Tavares ha dimostrato le sue capacité e che é capace di battersi.

Con un buon istinto di combattimento e dei buoni cambiamenti di ritmo, egli ha guidato la lotta con fiducia, senza purtroppo poter convincere di fronte ad un tale avversario.

Alla quinta ripresa, l’arbitro Beat Hausammann ha messo fine a questa lotta impari dando la vittoria per TKO a Bruno Tavares, per il suo primo incontro pro.

 

8x3: Mohamed Belkacem (81,5 kg), Fribourg (19-4-1) vs. Mounir Toumi (81,5 kg), D, (10-8-0)

In aprile, nei Campionati africani, il friborghese, della squadra dei Boxing Kings, in un’incontro per il titolo, ha mancato la cintura, ai punti, contro contre Mounir Toumi.

Una sconfitta avrebbe messo a repentaglio le prospettive di una posizione in prima classe e considerabilmente ridotte le aspirazioni per un titolo. MohamedBelkacem ne era cosciente ed era molto motivato per l’incontro.

In breve: egli ha convinto! Già al secondo round, dopo un colpo doppi, Mounir Toumi é stato contato, e, dal terzo round, Belkacem é stato assolutamente impressionante. L’eroe del publico locale  ha proseguito con entousiasmo, incatenando una bella serie di sinistro-destro e, nel quarto round, questo ha portato i suoi frutti. Dopo essere stato contato due volte, a 2`56``, Toumi ha abbandonato. Con la sua vittoria per TKO, Belkacem ha dimostrato, in modo impressionante, che egli é capace d’assumere il suo avvenire.

Glincontri amatoriali

Dato che Agkun Gürkan diVillars-s-Glâne, é stato obligato, all’ultimo minuto d’annullare la sua venuta, sono stati i pesi massimi Evariste Djodji (102,2 kg) e Mehdi Ben Hamira (95,4 kg) che sono saliti sul ring. Malgrado che essi abbiano dimonstrato un bell’ingaggio durante l’incontro, questi due pugili hanno ancora bisogno d’imparare. Djodji vince con 3:0.
 

3x3 Alain Chervet, (61,5 kg) Boxing Kings Bern vs. Sofiane Boubetra (65,2 kg) France

E subito stato evidente che il compito non sarebbe stato facile per il bernese. Boutreba, non solo aveva più peso sulla bilancia, ma era impressionante con una boxe molto seria. Con un bel gioco di gambe ed una boxe ben in linea, egli ha creato molti problemi a Chervet, i quali non sono stati facili da risolvere. Malgrado una costante pressione verso l’avanti, il bernese non é stato capaci di marcare molti punti. Stranamente, i Giudici ne hanno visto e hanno dato la vittoria a Chervet per 3:0. La vittoria (probabilmente abbastanza corta) non deve essere mal interpretata. Chervet non é brillante ma molto ben inquadrato é ha potuto con questo incontro  aquisire una bella e securizante esperienza. Il suo celebre zio, Friz Chervet, e suo padre, Walter Chervet, hanno assistio all’incontro ai piedi del ring. 



3x3 Bernadino de Brito, (58,8 kg) Montreux vs. Abdou Weber (53,2 kg), France

Dal principio, l’esplosivo De Brito (a destra sulla foto)  non ha lasciato alcun dubbio sul fatto che avrebbe vinto l’incontro anche se il suo avversario, il francese Abdou Weber, fosse un’uomo che sà boxare. E stato ancora una volta dimostrato che, in questa categoria di pesi, la différenza di peso , malgrado l’intesa trà le parti, può essere critica. Weber si é ben difeso, e, malgrado fosse stato contato, egli ha coraggiosamente resistito fino alla fine. Ma contro De Brito, fisicamente superiore, egli non aveva nessuna chance ed il verdetto finale é stato chiaro: 3:0 per Bernardino de Brito.

 

 3x3 Kreshnik Niq, (75,5 kg) BC Zürich vs. Bourhane Abdousmed (75,6 kg) France

Il zurighese ha offerto il miglior incontro amatoriale della serata. E stato impressionante vedere come Kreshnik Niq (a sinistra sulla foto) ha, già al primo round (contato), lavorato il pur sperimentato pugile francese.

Gratificante di costatare che non é stato attuato con un quasi, ma che si é realizzato con una boxe di prima classe. Essere sempre nel gioco, colpire in tutta sicurezza, portare i colpi con una bouna copertura, sono state le ricette di un’indiscutibile vittoria con 3:0, che il francese non ha contestato. 

Traduzione: Franca Roncoroini

 

Risultati

Robert Nicolet-Trophey 

 





  




Weitere News


© 2017, Swiss Boxing Federation